Archivio

L’archivio gestito dalla Fondazione Donà dalle Rose riunisce un’ampia raccolta degli archivi famigliari Donà dalle Rose / Modìca / Scandelberg/ von Thurnlak/ Garzaroloffen e dall’archivio storico e contemporaneo della Biennale di Arte Contemporanea Sacra delle religioni dell’umanità, BIAS, nonché dal patrimonio storico, artistico ed intellettuale costituito dai coniugi Francesco e Chiara nella loro vita.

Archivio Fondazione Donà dalle Rose è depositario dell’archivio delle opere dell’artista Rosa Mundi ed è pertanto ente esclusivo certificatore delle opere dell’artista.

La Fondazione è munita di un Comitato con mansioni di ente certificatore di archivi nuovi di artisti viventi e non. La Fondazione ha altresì la vocazione, su richiesta e a seguito di una procedura di valutazione a maggioranza dei membri del comitato fondazioni diritti d’autore, ad esaminare, studiare, valutare dal punto di vista economico e accettare in esclusiva il diritto e potere di autenticare e documentare artisti, architetti, musicisti, fotografi, design di dichiarata fama che ne facciano richiesta in vita o mortis causa per atto pubblico o atto privato autenticato. Tale attività la Fondazione si sostanzia nello studio, raccolta, catalogazione ed archiviazione di tutta la documentazione relativa alla opera ed alla sua persona di cui ha accettato essere ente certificatore, ma anche nel tutelare la Figura dell’Artista e difendere il suo patrimonio artistico dalle contraffazioni e dagli illeciti.

Per raggiungere i fini di cui sopra, la Fondazione si riserva di prendere visione diretta di tutte quelle opere per le quali non risulti esauriente la documentazione raccolta e le indagini condotte e promuovere, oltre che il soggetto e la sua produzione, curare e promuovere anche la pubblicazione di documenti, saggi, cataloghi, lettere, biografie, opere letterarie che riguardino la sua attività; organizzare convegni e seminari, promuovere esposizioni ed iniziative rivolte alla divulgazione, valorizzazione e celebrazione della Persona e dell’opera dell’Artista, anche fondando sezioni o nuovi Centri di studio e Musei.

La Fondazione Donà dalle Rose ha vocazione a ricevere ed arricchire il suo archivio attraverso lasciti e donazioni spontanee private e pubbliche, nonché essere naturalmente depositaria dell’archivio originario e storico di tutti quegli artisti o uomini di dichiarata fama che volessero attribuire alla donazione tale impegno e attività di tutela, protezione e certificazione..

L’archivio è in fase approfondita di studio, per materia e cronologia, ed è ordinato per fondi relativi alle persone, famiglie, enti o fabbriche da cui provengono. I fondi sono raccolte documentarie i cui contenuti toccano i temi più vari: politica, economia, documentazione d’azienda, teologia, arte, filosofia, medicina, scienze, architettura, lettere e carte personali, fotografie, collezioni di valore documentario e artistico.

Una fornita biblioteca, via via incrementata da Francesco e Chiara, relativa agli argomenti dei fondi, completa il materiale a disposizione dei ricercatori.